Comitato genitori Scuola Bertacchi

A cura dei Rappresentanti di classe e del Comitato genitori Scuola dell' infanzia "G. Bertacchi".

LA NUOVA SCUOLA ELEMENTARE: ECCO COME SARA’.

Posted by comitatoscuolabertacchi su 2 febbraio 2009

Cari Genitori,

Sabato 31 gennaio si è tenuta la riunione, organizzata dal ns. Istituto Comprensivo (scuole primarie Manin, Santa Rita e Volta) per i genitori che devono iscrivere i bimbi al primo anno di scuola elementare.

Facciamo un resoconto di ciò che è emerso (non sarà tanto breve, ve ne chiediamo anticipatamente scusa).

E’ stato un incontro importante, non tanto per le novità emerse -perché ciò accadrà con la legge Gelmini molti di noi lo hanno ormai ben presente- quanto perché per la prima volta è un dirigente e cioè una figura istituzionale e non solo un comitato o un gruppo di genitori a spiegarci in maniera apolitica e apartitica cosa concretamente ci aspetta l’anno prossimo.

La dirigente dottoressa Pittarello ha illustrato il modello di lavoro delle tre scuole elementari, che attualmente prevede un tempo normale di 30 ore e un tempo lungo di 30 ore + 5 di mensa, il servizio mensa, l’attività didattica svolta da 3 insegnanti su due classi, le diverse attività svolte grazie anche alle compresenze degli insegnanti (cioè le ore svolte in comune tra gli insegnanti): musica, recitazione, uscite, recupero, sostegno etc..

Poi ha descritto il modello di scuola che avremo l’anno prossimo per gli iscritti in prima elementare. Attenzione: si tratta di provvedimenti concreti, di ciò che prevedono le circolari e i regolamenti attuativi della nuova Legge, e non di “voci di corridoio” o di “progetti”:

dal prossimo anno avremo una scuola diversa da quella attuale, con un tempo scuola quantitativamente e qualitativamente impoverito:

1) i nostri figli usciranno di scuola tra le 12.30 e le 13.00 (27 ore settimanali: orario esclusivamente antimeridiano)

2) non potranno più usufruire del servizio mensa ( la mensa è a rischio anche per I bambini che già frequentano le classi successive alla prima!)

3) avranno un maestro unico (o prevalente che dir si voglia) e per ogni classe e saranno eliminate tutte le ore di compresenze (che attualmente consentono di garantire il servizio mensa)

4) le attività educative messe a disposizione dalla scuola (al di là dell’impegno degli insegnanti e dei dirigenti a garantire il massimo possibile) saranno inevitabilmente ridotte (anche questo a causa dell’eliminazione delle compresenze)

5) le maestre che negli ultimi 15 anni sono state abituate ad offrire un insegnamento per materie (letterarie o scientifiche) dovranno attrezzarsi rapidamente per tornare/iniziare ad insegnare tutte quante le discipline.

CONCRETAMENTE COSA POSSIAMO FARE?

– Prima delle iscrizioni (che saranno aperte dal 16 al 28 febbraio), riceveremo dal Consiglio di Istituto un modulo in cui ci viene chiesto quale modello di orario settimanale preferiamo. E’ prevista la scelta -in ordine di priorità- tra 4 modelli orari: 24, 27, 30 o 40 ore. In realtà, ci ha spiegato la stessa Dirigente, per le classi prime saranno garantite solo le 27 ore, mentre le 30 o le 40 ore potrebbero “teoricamente” essere concesse se l’organico (che il Ministero fornirà in aprile/maggio ad ogni Istituto) lo permetterà. Il parere dei genitori -naturalmente!- non è vincolante ma è solo un’indicazione. Ora: se ci chiedono un parere (avendo già deciso che verrà garantito solo il modello orario delle 27 ore) non ha senso esprimere un’ordine di priorità!

Pertanto il nostro suggerimento (e anche quello della Dirigente stessa) è di chiedere TUTTI SOLO ed ESCLUSIVAMENTE 40 ORE, confermando così la nostra volontà di mantenere tempi scuola lunghi.

A questo punto sarà compito del Ministero fornire un organico in coerenza con le nostre richieste o, in caso contrario, spiegarci perché prima ci si chiede un parere e poi ci si offre tutt’altro.

– La diffusione di queste informazioni e l’uniformità di comportamento (punto precedente) è ovviamente di fondamentale importanza. E’ necessario costruire una rete tra genitori, insegnanti, rappresentanti di classe, consiglio di istituto per capire insieme come affrontare la specifica situazione del nostro Istituto (la stessa Dirigente ci ha comunicato che a breve incontrerà i rappresentanti di classe e che -dopo la raccolta delle iscrizioni- riconvocherà i genitori).

Aderiamo a tutte le iniziative pubbliche del Comitato Genitori / Insegnanti di Padova nell’interesse esclusivo dei nostri figli per manifestare la nostra contrarietà ad un provvedimento a dir poco scellerato e irresponsabile che evidentemente ha come unico obiettivo quello di eliminare l’istruzione pubblica (peraltro forse l’unica – quella delle scuole primarie – a funzionare bene).


Le Rappresentanti di Classe e Il Comitato Genitori / Insegnanti della Scuola Bertacchi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: